Europa

Adolescente salvata dai rapitori dopo che la polizia francese ha usato Snapchat per trovarla

Una ragazza francese di 14 anni che sarebbe stata rapita e violentata da due uomini è stata salvata dopo che la polizia ha utilizzato il GPS dell’app Snapchat del suo telefono per rintracciarla.

La ragazza, che non è stata nominata, sarebbe stata attirata in un appartamento da un uomo che si è offerto di ospitarla dopo essere scappata di casa la scorsa settimana nel quartiere Cabucelle di Marsiglia, nel sud della Francia.

L’adolescente ha detto di essere stata costretta a fumare cannabis prima che la 26enne e un altro uomo, 64 anni, avrebbero fatto a turno per violentarla e costringerla a compiere atti sessuali.

La polizia è stata allertata del rapimento dai genitori della ragazza venerdì mattina quando ha inviato messaggi su Instagram spiegando che era stata rapita e picchiata ma non poteva specificare dove fosse stata portata.

Alla ragazza è stato chiesto di attivare la funzione di localizzazione su Snapchat, che consente agli utenti di vedere dove ti trovi, e la polizia è stata quindi in grado di rintracciare il suo indirizzo. Una volta che gli agenti hanno trovato il condominio, hanno iniziato a bussare a ciascuna delle porte fino a quando l’adolescente ha scritto “sì” per confermare che avevano l’appartamento corretto.

E mentre hanno preso d’assalto l’appartamento venerdì sera, gli agenti avrebbero scoperto uno dei sospetti che cercava di cancellare le prove dal suo telefono mentre veniva preso in custodia.

I due uomini sono stati arrestati e accusati domenica nella procura di Marsiglia di rapimento e stupro di un minore. Hanno detto che il sesso era consensuale.

Dopo la valutazione della ragazza, si è scoperto che era sotto l’effetto di droghe ed è stata ricoverata in ospedale per cure di emergenza. Successivamente è stata restituita alla sua famiglia.

Dopo l’arresto, un agente di polizia del Centro di informazione e comando di Marsiglia è stato elogiato per il suo metodo innovativo per rintracciare la vittima.

“Questo salvataggio è avvenuto grazie a Snapchat, ma soprattutto è avvenuto grazie all’ottima idea della giovane assistente poliziotta del Centro Informazioni e Comando (CIC), senza la quale nulla sarebbe stato possibile”, ha detto Rudy Manna, dipartimento segretario del sindacato dell’Alleanza nella regione Bouches-du-Rhône.

“Snapchat da solo non avrebbe consentito l’arresto di questi individui”, ha aggiunto.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.