Europa

Il gadget show del CES mette in scena un cauto ritorno in mezzo a COVID-19

Qualcuno andrà al CES quest’anno?

Una domanda a lungo sobbollire nel mondo della tecnologia avrà finalmente la sua risposta quando l’influente spettacolo di gadget torna sulla Strip di Las Vegas dopo una pausa causata dalla pandemia di COVID-19.

“Sappiamo che quest’anno sarà uno spettacolo più piccolo, per ovvie ragioni”, ha affermato Jean Foster, vicepresidente senior presso la Consumer Technology Association, l’organizzatore dell’evento. Diverse grandi aziende tecnologiche hanno abbandonato i piani per partecipare di persona. L’ultimo segno della sua diminuzione delle dimensioni è stato l’annuncio di venerdì che il CES durerà un giorno in meno rispetto a quanto originariamente previsto.

I vasti piani espositivi aprono mercoledì poiché la diffusione della variante omicron di COVID-19 ha aumentato le preoccupazioni sulla sicurezza degli eventi al coperto e dei viaggi internazionali. Il CTA alla fine di dicembre prevedeva tra 50.000 e 75.000 partecipanti per la conferenza di questa settimana, in calo rispetto agli oltre 170.000 che erano venuti per l’ultimo incontro di persona due anni fa.

Alcuni devoti irriducibili del CES stavano valutando se andare o restare a casa fino alla settimana scorsa.

“Un CES online non è un vero CES”, ha affermato il principe Constantijn del Regno dei Paesi Bassi, in un’intervista di dicembre. “Devi vedere i prodotti e incontrare le persone.” Ma una settimana dopo, il reale che serve regolarmente come inviato speciale per le startup tecnologiche olandesi aveva deciso di rimanere a casa dopo tutto. Il suo paese sta inviando una squadra essenziale al CES 2022. Così come molte grandi aziende tecnologiche, se mandano qualcuno.

L’ultimo CES fisico nel gennaio 2020 ha pompato circa 300 milioni di dollari nell’economia di Las Vegas. Pochi partecipanti avrebbero saputo allora dell’epidemia di coronavirus emergente nella Cina centrale e ancora a pochi mesi dall’essere dichiarata una pandemia. Il CTA ha portato la conferenza online nel 2021 poiché i ricoveri per COVID-19 stavano aumentando in tutto il mondo e i vaccini non erano ancora ampiamente disponibili.

Il gruppo commerciale ha annunciato otto mesi fa che era pronto a tornare in Nevada nel 2022, ma avrebbe offerto opzioni ai partecipanti remoti per vederne una parte virtualmente. Coloro che si recano al CES devono dimostrare di essere completamente vaccinati e riceveranno un kit per il test COVID-19. All’interno sono obbligatorie le mascherine.

“Il CES è forse l’evento economicamente più significativo dell’anno in termini di convenzioni”, ha affermato Alan Feldman, un ex dirigente di casinò che è membro dell’International Gaming Institute dell’Università del Nevada, Las Vegas. Anche un evento significativamente ridotto sarà essere “qualcosa da aspettarsi” per gli hotel, i ristoranti, i casinò, i rivenditori e le troupe di intrattenimento locali, ha affermato Feldman.

Con un pubblico più piccolo e la stessa impronta tentacolare occupata da circa 2.000 espositori e il desiderio di mantenere le persone a distanza, Foster del CTA ha affermato che il “principale cambiamento per le persone” sarà uno spazio più vuoto e corridoi più ampi.

Gran parte della variante del coronavirus omicron rimane sconosciuta, incluso se causi malattie più o meno gravi. Gli scienziati affermano che l’omicron si diffonde ancora più facilmente di altri ceppi di coronavirus, incluso il delta.

Anche senza una pandemia a smorzare la festa, l’analista del settore tecnologico Carolina Milanesi ha affermato che “i grandi eventi del settore come questo stanno diventando meno importanti di un tempo”, poiché la tecnologia digitale ha fornito altri modi per fare rete e stare al passo con le tendenze.

CES era l’acronimo di Consumer Electronics Show, ma Milanesi ha affermato che il raduno decennale è diventato meno un luogo dove trovare la prossima linea di gadget di consumo e più focalizzato su cicli tecnologici a lungo termine, come le auto a guida autonoma o le applicazioni di intelligenza artificiale essere fusi in case e città intelligenti.

“Non vai più al CES per vedere cosa ci sarà nel Best Buy vicino a te entro l’estate”, ha detto Milanesi.

Le nuove categorie espositive incentrate sugli asset digitali chiamati token non fungibili, o NFT, così come la tecnologia spaziale e il cibo, riflettono le ultime parole d’ordine tecnologiche nelle menti di investitori e marketer. Alcune aziende hanno anche in programma di promuovere la loro visione per la prossima generazione di Internet – una raccolta di mondi virtuali noti come metaverso – sebbene esplorati dai confini di un piano congressuale fisico.

Milanesi ha frequentato regolarmente il CES per un decennio per tenere d’occhio le aziende e le tendenze tecnologiche, ma i problemi di salute pubblica l’hanno portata a rimuginare se sarebbe andata questa volta. Ha preso la decisione finale di partecipare a metà dicembre, ma ha intenzione di fare le cose in modo diverso: visitare le sale espositive ma saltare i grandi eventi di conversazione che può guardare dalla sua camera d’albergo.

«Non ho ancora deciso l’orario dell’aperitivo», disse. “Questo è un ottimo motivo per andare al CES e incontrare persone faccia a faccia. Con un bicchiere in mano, le persone si sentono un po’ più a loro agio nel discutere le cose”.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.