Europa

Il Kosovo vieta l’estrazione di criptovalute per risparmiare elettricità in caso di blackout

Il Kosovo ha vietato l’estrazione di criptovalute nel tentativo di ridurre il consumo di elettricità in una grave crisi energetica.

La decisione, annunciata questa settimana, arriva un mese dopo che il governo del paese ha annunciato uno stato di emergenza di 60 giorni, che gli consente di spendere di più per le importazioni di energia e di introdurre interruzioni di corrente.

Le interruzioni di corrente hanno messo in difficoltà la nazione balcanica alla fine dello scorso anno, con la chiusura della sua più grande centrale elettrica a carbone a dicembre a causa di problemi tecnici. Il paese di 1,8 milioni di persone normalmente si basa sulla combustione della lignite, un tipo di carbone.

A causa di questi problemi, il Kosovo deve ora importare il 40 per cento della sua energia in un momento in cui i prezzi del gas in Europa stanno crescendo. Martedì sono aumentati di oltre il 30% a causa della fornitura limitata dalla Russia.

Il governo ha preso di mira il mining di criptovalute, un processo in cui i “minatori” verificano le transazioni blockchain in cambio di monete virtuali, perché utilizza quantità significative di energia.

“Tutte le forze dell’ordine fermeranno la produzione di questa attività in collaborazione con altre istituzioni competenti che identificheranno i luoghi in cui c’è la produzione di criptovaluta”, ha affermato il ministro dell’Energia Artane Rizvanolli.

L’estrazione di valute digitali come Bitcoin è popolare in Kosovo poiché i prezzi dell’energia sono generalmente economici. Tale lavoro sta crescendo più velocemente nel nord del paese, una regione in gran parte popolata da etnia serba.

Parlando a condizione di anonimato, ha detto un minatore in Kosovo Reuters che guadagna 2.400 euro (2.000 sterline) ogni mese, dopo aver speso 170 euro in elettricità.

La decisione del Kosovo di porre fine alla pratica segue un divieto permanente in Cina, entrato in vigore lo scorso anno. Altrove, l’Iran ha anche temporaneamente interrotto l’estrazione digitale per quattro mesi a causa delle preoccupazioni sull’utilizzo di energia.

Segnalazioni aggiuntive da parte delle agenzie

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.