Europa

Il mandato del vaccino tedesco potrebbe richiedere mesi per passare, affermano le parti

I partiti al governo tedeschi stanno frenando i piani per le vaccinazioni obbligatorie contro il coronavirus, affermando che potrebbero volerci mesi prima che i legislatori discutano adeguatamente la misura controversa in parlamento.

Il quotidiano berlinese Tagesspiegel domenica ha citato Dirk Wiese, un vice leader del caucus parlamentare per i socialdemocratici, dicendo che il Bundestag dovrebbe mirare a completare le sue deliberazioni sul mandato del vaccino durante il primo trimestre del 2022.

La leader del caucus del partito dei Verdi Britta Hasselmann ha detto al gruppo mediatico Funke che il primo dibattito potrebbe aver luogo a fine gennaio.

Con poche sessioni parlamentari a febbraio, ciò potrebbe significare che la camera bassa non approverà un disegno di legge prima della fine di marzo. Il Bundesrat, la camera alta della Germania, avrebbe quindi affrontato la questione ad aprile, il che significa che il primo che potrebbe entrare in vigore sarebbe un mese dopo.

Tagesspiegel ha riferito che l’attuazione potrebbe essere posticipata fino a giugno per garantire che le condizioni tecniche, come un registro nazionale dei vaccini, siano in atto.

Tra coloro che si oppongono a un mandato sui vaccini ci sono alcuni membri dei Liberi Democratici, che fanno parte della coalizione di governo, e l’ex ministro della Salute tedesco che l’estate scorsa si è impegnato a non introdurre un mandato generale sui vaccini. I leader politici hanno deciso di lasciare che i legislatori votino secondo la propria coscienza piuttosto che lungo le linee di partito sulla questione.

Il mandato incombente è stato anche un punto di raccolta per gli attivisti anti-vaccino che hanno preso parte alle proteste contro le restrizioni sulla pandemia della Germania. Alcune recenti manifestazioni sono diventate violente, con manifestanti che hanno attaccato gli agenti di polizia dopo che gli era stato ordinato di disperdersi.

Quasi il 72% dei tedeschi è considerato “completamente vaccinato”, mentre il 42,3% ha ricevuto un’ulteriore dose di richiamo.

L’agenzia tedesca per il controllo delle malattie ha riportato 36.552 casi recentemente confermati di COVID-19 nelle ultime 24 ore e 77 decessi.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.