Europa

Il ministro degli Esteri irlandese ordina un’inchiesta sulla festa dello champagne

Il ministro degli Esteri irlandese ha ordinato un’indagine su una festa di champagne che ha coinvolto i suoi funzionari durante il culmine del primo blocco Covid dello scorso anno.

Simon Coveney ha negato di aver partecipato alla festa all’Iveagh House, che si è tenuta a giugno 2020 mentre erano in vigore misure rigorose.

Il ministro ha affrontato ripetute domande sulla controversia, che si è accesa dopo che il suo segretario generale Niall Burgess, ora ambasciatore dell’Irlanda in Francia, ha twittato una foto dell’evento.

L’immagine, che è stata successivamente rimossa, mostrava circa 20 funzionari del dipartimento che bevono champagne Moët & Chandon e non indossano maschere o aderiscono alle misure di distanziamento sociale.

Un portavoce del Dipartimento degli Affari Esteri ha confermato che il signor Coveney aveva richiesto una relazione sulla questione.

Si prevede che il rapporto sarà completato entro la fine del mese.

La notizia segue settimane di polemiche sul raduno del personale del Dipartimento degli Affari Esteri, tenutosi all’indomani dell’ottenimento di un seggio nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dall’Irlanda.

All’inizio di questa settimana, il signor Coveney ha detto che sarebbe lieto di rispondere alle domande sulla questione presso la commissione per gli affari esteri di Oireachtas, se richiesto.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.