Salute

La FDA autorizza il richiamo del COVID-19 per gli americani più anziani

La FDA ha autorizzato mercoledì una dose di richiamo del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 per gli americani più anziani, gli operatori sanitari e altri soggetti a grave rischio di casi gravi, a seguito di tesi dibattiti sulla necessità di ulteriori iniezioni.

La mossa segue le raccomandazioni di un gruppo di esperti della FDA alla fine della scorsa settimana a sostegno dei booster Pfizer per quei gruppi, che secondo loro avrebbero chiaramente beneficiato di una maggiore immunità. Il panel ha rifiutato in modo schiacciante di dare i booster a tutti gli individui di età pari o superiore a 16 anni, citando la necessità di maggiori dati sulla sicurezza nei gruppi di età più giovani.

“Dopo aver considerato la totalità delle prove scientifiche disponibili e le deliberazioni del nostro comitato consultivo di esperti esterni indipendenti, la FDA ha modificato l’EUA per il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 per consentire una dose di richiamo in alcune popolazioni come l’assistenza sanitaria lavoratori, insegnanti e personale diurno, lavoratori della drogheria e quelli nei rifugi o nelle carceri per senzatetto, tra gli altri”, ha affermato mercoledì il commissario ad interim della FDA Janet Woodcock in una dichiarazione.

Alcuni esperti ritengono che questa formulazione sulle occupazioni a rischio possa aprire la porta all’ampio uso di colpi di richiamo. “L’ignoto è come verrà interpretato e da chi”, ha detto a BuzzFeed News John Moore, virologo del Weill Cornell Medical College di New York. “I medici sono già sotto pressione dal ‘pozzo preoccupato’, sostenendo che il loro stato di salute li qualifica. Ora le loro occupazioni forniscono un altro punto di pressione sui fornitori di vaccini”.

Mercoledì una riunione del gruppo di esperti del CDC ha avviato discussioni sulla propria raccomandazione su quali gruppi a rischio hanno la massima priorità per i colpi di richiamo. La sua raccomandazione, a sua volta, deve essere accettata dal direttore del CDC per attivare il pagamento federale dei costi assicurativi per le dosi extra. Ma gli stati possono scegliere di ignorare i suggerimenti del CDC, stabilendo le proprie regole per chi può ottenere colpi.

L’autorizzazione di richiamo della FDA si applica solo al vaccino mRNA Pfizer, somministrato a quasi il 55% delle persone negli Stati Uniti che sono state vaccinate.

Martedì mattina, Johnson & Johnson ha pubblicato i dati che mostrano che una dose di richiamo del suo vaccino monouso somministrato dopo due mesi ha aumentato la sua efficacia al 94% contro COVID-19 grave o moderato. Johnson & Johnson ha presentato quei dati alla FDA per l’autorizzazione all’uso di emergenza, secondo un comunicato stampa dell’azienda. Moderna ha presentato i suoi dati alla FDA per l’autorizzazione all’inizio di questo mese.

Mentre il comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione del CDC ha esaminato i dati sul booster Pfizer mercoledì, diversi membri hanno espresso preoccupazione per la situazione delle persone a cui sono stati somministrati colpi di Moderna o Johnson & Johnson. Alcuni hanno chiesto se il panel potesse differire dal formulare una raccomandazione sui booster Pfizer fino a quando non fosse stato in grado di affrontare i booster anche per gli altri vaccini.

Sarah Long, specialista in malattie infettive presso la Drexel University di Filadelfia, ha affermato di temere un “panico per la salute pubblica” tra i destinatari del vaccino Moderna. Pablo Sánchez, professore di pediatria alla Ohio State University, ha affermato che le persone che hanno ricevuto il vaccino Johnson & Johnson “sono davvero escluse”.

“Dobbiamo davvero elaborare alcune raccomandazioni” per i destinatari di altri vaccini, ha affermato Sánchez.

E la relatrice del CDC Natalie Thornburg ha osservato che, sebbene sia stato dimostrato che i livelli di anticorpi diminuiscono nel tempo, portando a una maggiore probabilità di infezioni rivoluzionarie, le cellule immunitarie a vita più lunga offrono ancora una forte protezione contro malattie gravi e morte negli individui vaccinati che vengono infettati.

Uno studio del CDC pubblicato venerdì scorso ha rilevato solo lievi cali di efficacia contro il ricovero in tutti e tre i vaccini offerti negli Stati Uniti da marzo ad agosto, fino al 93% per i vaccini Moderna, all’88% per il vaccino Pfizer e al 71% per Johnson & Il colpo singolo di Johnson.

Ad agosto, l’amministrazione Biden ha annunciato che avrebbe offerto booster a tutti negli Stati Uniti otto mesi dopo il completamento della vaccinazione. I massimi esperti di salute pubblica, compresi quelli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e della FDA, si sono pubblicamente opposti all’uso dei booster, sostenendo invece la distribuzione dei vaccini in tutto il mondo per prevenire la diffusione della malattia e il potenziale sviluppo di nuove varianti più pericolose. Alcuni scienziati hanno anche sollevato preoccupazioni sul fatto che la Casa Bianca abbia oltrepassato l’autorità della FDA.

Circa 20 nazioni ora offrono colpi di richiamo a una parte della loro popolazione, in genere gli anziani, il personale medico o quelli con un sistema immunitario compromesso, con circa il doppio di quel numero considerando l’opzione.

Fonte: buzzfeednews.com

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.