Europa

La Russia attacca l’acciaieria di Mariupol pochi giorni dopo che Putin ha ordinato di non assaltarla

Le truppe russe hanno attaccato l’acciaieria Azovstal a Mariupol solo due giorni dopo che il presidente Vladimir Putin aveva ordinato ai suoi generali di non assalirla, ha detto l’Ucraina.

Oleksiy Arestovich, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha dichiarato sabato che i soldati del Cremlino stavano assediando le acciaierie, l’ultima roccaforte dell’Ucraina nella città, dove sono rintanati migliaia di soldati e civili ucraini.

“Il nemico sta cercando di sopprimere completamente la resistenza dei difensori di Mariupol nell’area di Azovstal”, ha detto.

I suoi commenti sono arrivati ​​​​poco dopo che Putin ha detto al suo ministro della Difesa Sergei Shoigu di non sequestrare l’acciaieria con un assalto a tutto campo, ma di fare invece affidamento su un blocco.

“Blocca questa zona industriale in modo che una mosca non possa non passare”, ha detto il presidente russo. “Non c’è bisogno di arrampicarsi in queste catacombe e strisciare sottoterra attraverso queste strutture industriali”.

Nelle osservazioni televisive di giovedì, Putin ha anche affermato che la Russia ha “liberato” con successo la città, la maggior parte della quale è stata in gran parte distrutta dai bombardamenti russi negli ultimi due mesi.

Tuttavia, questa nozione è stata contestata dalle truppe ucraine in Azovstal, uno dei quali ha detto la BBC all’inizio di questa settimana che “finché siamo qui, Mariupol rimane sotto il controllo dell’Ucraina”.

Il reggimento Azov della Guardia nazionale ucraina, che ha legami nazionalisti, ha rilasciato filmati di due dozzine di donne e bambini che avrebbero vissuto sottoterra nei tunnel dell’acciaieria negli ultimi due mesi.

Nel video che hanno detto è stato girato giovedì, si vedono soldati che danno dolci ai bambini, con una ragazza che dice che lei e la sua famiglia “non hanno visto né il cielo, né il sole” da quando hanno lasciato la casa il 27 febbraio.

“Vogliamo vedere cieli pacifici, vogliamo respirare aria fresca”, ha detto una donna nella clip. “Semplicemente non hai idea di cosa significhi per noi semplicemente mangiare, bere del tè zuccherato. Per noi è già felicità”.

Secondo Kiev, più di 1.000 civili e circa 2.000 soldati ucraini si trovano attualmente ad Azovstal. I funzionari locali hanno stimato che 100.000 residenti rimangono in città con scorte estremamente limitate di cibo e acqua.

Si pensa che migliaia di persone a Mariupol siano state uccise nelle ultime otto settimane, con nuove foto satellitari che sembrano mostrare che recentemente sono state scavate fosse comuni nelle città vicine. Funzionari ucraini hanno stimato che 9.000 corpi avrebbero potuto essere sepolti lì dai soldati russi.

Poco prima dell’annuncio da parte del governo ucraino del nuovo attacco ad Azovstal, l’intelligence militare britannica ha affermato che a Mariupol stavano continuando “combattimenti pesanti”.

“Nonostante la loro dichiarata conquista di Mariupol, continuano a svolgersi pesanti combattimenti, frustrando i tentativi russi di catturare la città, rallentando così ulteriormente i loro progressi desiderati nel Donbas”, ha affermato il Ministero della Difesa britannico.

Ha aggiunto che la Russia non ha ottenuto grandi guadagni in Ucraina nelle ultime 24 ore. Tuttavia, Serhiy Haidai, il governatore della regione di Luhansk, ha affermato che i bombardamenti russi si sono intensificati nelle città della regione controllate dall’Ucraina.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.