Europa

Uomo arrestato per il massacro di una famiglia britannica nelle Alpi francesi, rilasciato ed escluso dalle indagini

Un uomo nuovamente arrestato per il caso dell’omicidio di tre membri di una famiglia britannica e di un ciclista nelle Alpi francesi è stato rilasciato senza accusa.

La procura di Annecy, Lise Bonnet, ha confermato giovedì sera che il 57enne, non identificato per nome, era stato “escluso” dalle indagini della polizia dopo il suo arresto 24 ore prima.

“Nessuna accusa è stata mossa contro la persona che è stata interrogata”, ha detto il pubblico ministero. “Le spiegazioni fornite e le verifiche fatte consentono di escludere una sua partecipazione ai fatti. L’inchiesta continua».

Quell’indagine è incentrata sull’uccisione di Saad al-Hilli, 50 anni, sua moglie Iqbal, 47 anni, e sua suocera Suhaila al-Allaf, 74 anni, nel settembre 2012.

Tutti e tre sono stati uccisi nella loro auto BMW in una piazzola vicino al lago di Annecy, nella Francia orientale, mentre anche il ciclista Sylvain Mollier, 45 anni, è morto nel bagno di sangue dopo essere stato colpito sette volte a bruciapelo.

La famiglia, del Surrey, era in vacanza in campeggio in quel momento.

Jean-Christophe Basson-Larbi, l’avvocato dell’uomo arrestato, ha detto che il suo cliente era stato arrestato ingiustamente ed era stato “messo all’inferno”.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.