Italia

Morto a 91 anni Nino Cerruti, pioniere del prêt-à-porter maschile

Il pioniere dello stilista italiano Nino Cerruti è morto all’età di 91 anni, ha confermato sabato una fonte nel settore della moda.

Cerruti è stata una delle figure di spicco del prêt-à-porter maschile del 20° secolo, con uno stile al tempo stesso elegante e rilassato. Il suo marchio Cerruti 1881 è diventato famoso e nel suo periodo di massimo splendore ha vestito molte star di Hollywood.

È morto all’ospedale di Vercelli, nel nord-ovest del Piemonte, dove era stato ricoverato per un’operazione all’anca, ha riportato il quotidiano italiano Corriere della Sera sul proprio sito web.

“Ci ha lasciato un colosso tra gli imprenditori italiani”, ha detto Gilberto Pichetto, viceministro per lo sviluppo economico.

Alto e magro, insisteva sempre per essere il primo a provare le sue creazioni, molte delle quali conservate presso la fabbrica tessile fondata nel 1881 da suo nonno a Biella settentrionale. «Ho sempre vestito la stessa persona: me stesso» disse una volta.

Nato nel 1930 a Biella, Cerruti sognava di diventare giornalista. Ma dopo che suo padre morì quando aveva 20 anni, fu costretto a rinunciare agli studi di filosofia per rilevare la fabbrica tessile di famiglia. Si fece notare a livello internazionale nel 1957 con la sua collezione uomo Hitman, considerata all’epoca rivoluzionaria.

Cerruti ha aperto la sua prima boutique omonima dieci anni dopo in Place de la Madeleine a Parigi, dove ha poi trasferito gli uffici della sua azienda per essere vicino al cuore pulsante della moda.

Col tempo, la sua casa di moda si espanse includendo linee e fragranze di lusso, raggruppate sotto il suo marchio Cerruti 1881. L’anno risale alla data in cui il nonno di Cerruti fondò a Biella un’opificio tessile. Ha anche assunto la futura icona della moda Giorgio Armani, che ha lavorato per Cerruti per sei anni negli anni ’60 prima di fondare la sua famosa azienda nel 1975.

Le gamme di Cerruti possono essere viste al cinema, dove ha disegnato abiti per film tra cui Bonnie e Clyde, Pretty Woman e Basic Instinct. Personaggi di spicco del cinema come Michael Douglas, Sharon Stone, Julia Roberts e Harrison Ford sono stati visti indossare capi Cerruti. Successivamente ha assunto il ruolo di designer ufficiale per la Ferrari a metà degli anni ’90.

Il suo lavoro ha vinto riconoscimenti tra cui due Cutty Sark menswear Awards, il premio della settimana della moda di Monaco nel 1981 e un premio italiano Pitti Uomo nel 1986.

Riflettendo sui cambiamenti nei suoi oltre 40 anni nella moda prima di ritirarsi nel 2000, ha detto all’Observer: “L’ambiente era molto diverso allora. Quando ho iniziato a lavorare, era ancora una cultura tradizionale con meno individualità, più correttezza sociale.

“Questo si è rapidamente spostato in una società in cui c’è più libertà, più originalità e più scorrettezza. Quando ho iniziato era una società nazionale e industriale; ora è una società di comunicazione globale”.

Nel 2000 cede il controllo della società a Fin.Part, gruppo industriale italiano. Meno di un anno dopo acquistò il resto dell’azienda e Cerruti se ne andò.

Fonte: theguardian.com

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.