Europa

Nuova variante IHU Covid con 46 mutazioni preoccupa gli esperti in Francia

Mentre il mondo è alle prese con l’Omicron altamente infettivo, ceppo di Covid, gli scienziati in Francia hanno identificato una nuova variante potenzialmente preoccupante, che ha 46 mutazioni.

Chiamata IHU, la nuova variante B.1.640.2 ha finora infettato 12 persone che vivono nel sud-est della Francia. Il primo caso è stato collegato a una persona con una storia di viaggi in Camerun, nell’Africa occidentale, hanno affermato i ricercatori in un articolo pubblicato su medRxiv.

Tuttavia, gli esperti si sono affrettati ad annunciare che solo perché è stata scoperta una nuova variante, ciò non significa necessariamente che l’IHU si dimostrerà infettivo come altri ceppi, incluso l’Omicron.

Nell’analisi, gli autori hanno trovato “46 mutazioni” che non erano state individuate in altri paesi, né etichettate come una variante oggetto di indagine da parte dell’OMS.

I genomi sono stati ottenuti mediante sequenziamento di nuova generazione. Gli autori del documento hanno affermato che la persona identificata con la variante IHU era completamente vaccinata. La persona è risultata positiva al covid al ritorno da un viaggio di tre giorni in Camerun.

Gli autori del documento di ricerca hanno affermato che “il rilevamento successivo… di tre mutazioni nel gene spike per lo screening delle varianti… non corrispondeva al modello della variante Delta coinvolta in quasi tutte le infezioni da SARS-CoV-2 in quel momento. ”.

Sostenendo che l’emergere della nuova variante ha sottolineato l’importanza della “sorveglianza genomica”, gli autori hanno affermato che le loro osservazioni hanno mostrato ancora una volta “l’imprevedibilità dell’emergere di nuove varianti SARS-CoV-2”.

In un lungo thread su Twitter, Eric Feigl-Ding, epidemiologo e membro della Federation of American Scientists, ha affermato che la nuova variante è stata monitorata per valutare quanto potesse essere infettiva o pericolosa.

“Ci sono decine di nuove varianti scoperte continuamente, ma ciò non significa necessariamente che saranno più pericolose.

“Ciò che rende una variante più nota e pericolosa è la sua capacità di moltiplicarsi a causa del numero di mutazioni che ha in relazione al virus originale”.

Ha aggiunto: “Questo è quando diventa una ‘variante di preoccupazione’ – come Omicron, che è più contagiosa e più evasiva dell’immunità passata. Resta da vedere in quale categoria rientrerà questa nuova variante”.

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.