Europa

Papa Benedetto XVI accusato di cattiva condotta in casi di abusi sui minori

Secondo un’indagine in Germania, l’ex papa Benedetto XVI non ha agito in quattro casi di abusi su minori quando era arcivescovo di Monaco.

Un rapporto dello studio legale Westpfahl Spilker Wastl (WSW) ha accusato Benedetto di “cattiva condotta” per non aver agito in base alle informazioni che avrebbe ricevuto durante il suo incarico di arcivescovo di Monaco e Frisinga dal 1977 al 1982.

Durante questo periodo, un sacerdote di nome Peter Hullermann è stato trasferito dalla città di Essen a Monaco di Baviera dopo che è stato affermato di aver abusato di bambini. Dopo aver ricevuto la psicoterapia, gli è stato permesso di lavorare di nuovo con i giovani.

“In un totale di quattro casi, siamo giunti alla conclusione che l’allora arcivescovo, il cardinale Ratzinger, può essere accusato di cattiva condotta”, ha affermato Martin Pusch, co-autore del rapporto.

Benedict, 94 anni, il cui nome è Josef Ratzinger, ha smentito le accuse.

L’ex papa ha presentato una dichiarazione di 82 pagine al WSW, hanno affermato i media tedeschi. Lo ha detto il suo portavoce la foto tabloid che “prende molto a cuore il destino delle vittime di abusi” ed è pienamente “favorevole alla pubblicazione del rapporto di Monaco”.

In una dichiarazione che non menzionava l’ex papa, il Vaticano ha affermato che valuterà l’intero rapporto e ne esaminerà i dettagli.

Il rapporto del WSW ha anche incolpato l’attuale arcivescovo, il cardinale Reinhard Marx, in due casi. Questo avviene un anno dopo che Papa Francia ha rifiutato l’offerta del suo alleato di dimettersi per la gestione “catastrofica” dei casi di abusi sessuali da parte della Chiesa cattolica.

In risposta alle accuse contenute nel rapporto, l’arcidiocesi di Monaco ha affermato che avrebbe valutato “se i responsabili hanno rispettato i requisiti legali… e hanno agito in modo appropriato nel trattare casi sospetti e possibili autori”.

Almeno 3.677 persone sono state maltrattate dal clero tedesco tra il 1946 e il 2014, secondo uno studio commissionato dalla chiesa pubblicato quattro anni fa. La maggior parte delle vittime aveva meno di 13 anni.

In un’accusa separata al rapporto del WSW, Benedetto è stato anche accusato di non essere riuscito a prevenire gli abusi sui minori quando era cardinale.

È stato riferito che era a conoscenza di crimini nell’ordine religioso dei Legionari di Cristo, il cui fondatore, il religioso messicano Marcial Maciel, un famigerato pedofilo, era favorito da Papa Giovanni Paolo II.

Parlando a nome di Benedetto, il confratello Georg Gaenswein ha detto alla stampa tedesca che l’accusa mossa contro di lui “non era corretta”.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.