Europa

Quasi tutte le restrizioni Covid saranno revocate in Irlanda

Quasi tutte le restrizioni Covid saranno revocate in Irlanda dalle 6 del mattino di sabato, ha confermato il premier del paese Micheal Martin.

Le uniche regole che rimarranno in vigore saranno l’uso delle mascherine, l’autoisolamento dopo essere risultati positivi al virus e gli abbonamenti Covid per i viaggi internazionali.

Da lunedì inizierà un graduale ritorno al lavoro, mentre questo fine settimana riprenderà l’orario normale nel settore dell’ospitalità.

Taoiseach Micheal Martin ha detto alla nazione che era “tempo di essere di nuovo noi stessi”.

“Oggi è una buona giornata”, ha detto in un discorso dai palazzi del governo di Dublino.

Ha spiegato che un rapporto del National Public Health Emergency Team ha informato il governo che l’Irlanda ha “resistito alla tempesta di Omicron” e che tutti gli indicatori chiave si sono stabilizzati e stanno andando nella giusta direzione.

“Ha confermato che il programma di vaccinazione di livello mondiale dell’Irlanda e il lancio dei booster hanno completamente trasformato la nostra situazione”, ha affermato.

“Sulla base di queste prove, abbiamo concluso che la logica e la giustificazione per continuare la maggior parte delle nostre restrizioni di salute pubblica non sono più in atto.

“Pertanto dalle 6 del mattino di domani, la maggior parte delle misure di salute pubblica con cui abbiamo dovuto convivere sarà rimossa”.

Ma Martin ha avvertito che la pandemia non è finita.

“Ci vorrà ancora tutti noi essere vigili”, ha ammonito.

Ha affermato che è probabile che ci sia un aumento temporaneo delle infezioni in seguito all’allentamento delle restrizioni, ma l’impatto sarebbe limitato dall’entità della vaccinazione nella popolazione.

Ha aggiunto: “Non posso prometterti che non ci saranno ulteriori colpi di scena in questa pandemia che richiederanno decisioni diverse in futuro, ma lo so, la solidarietà reciproca e la fiducia nella scienza ci hanno portato dove siamo oggi e lo faremo farci superare qualsiasi altra cosa questo virus possa lanciarci addosso.

Martin ha reso omaggio al pubblico per aver rispettato “restrizioni prima inimmaginabili” e ha aggiunto che ci sarebbero sfide future, inclusa la vaccinazione nei paesi in via di sviluppo.

Ma ha detto: “Dovremmo tutti prenderci un momento per apprezzare quanto siamo arrivati ​​lontano, per apprezzare lo sforzo e il sacrificio di coloro che si sono messi in pericolo per tenerci al sicuro, per ricordare e apprezzare la vita e il contributo di coloro che abbiamo perduto.

“Pensiamo a tutti coloro che sono morti con il Covid e anzi a tutti coloro che sono scomparsi nel corso degli ultimi due anni, che non abbiamo potuto piangere come avremmo voluto o meritato.

“La notizia di oggi sarebbe accolta calorosamente da molti, ma sono consapevole che alcuni di noi, compresi i nostri più vulnerabili, proveranno una certa ansia per il coinvolgimento di nuovo con gli altri.

“Per coloro che la pensano così, ti chiederei di essere aperto al riguardo. Condividilo. Abbiamo tutti bisogno di essere aperti l’uno con l’altro, di sostenerci l’un l’altro, di prenderci cura l’uno dell’altro”.

Ha aggiunto: “La primavera sta arrivando. Non so se ne ho mai atteso uno tanto quanto non vedo l’ora che arrivi questo.

“Gli esseri umani sono esseri sociali e noi irlandesi siamo più sociali della maggior parte degli altri.

“Mentre attendiamo con impazienza questa primavera, abbiamo bisogno di vederci di nuovo. Abbiamo bisogno di vederci sorridere. Abbiamo bisogno di cantare di nuovo. Mentre affrontiamo questa nuova fase del Covid, è tempo di essere di nuovo noi stessi”.

Il Taoiseach ha aggiunto che il governo continuerà a fornire supporto, incluso il regime di sussidio salariale per l’occupazione.

Venerdì in Irlanda sono stati segnalati altri 6.597 casi di Covid-19. Inoltre, 4.564 persone hanno registrato un test antigenico positivo attraverso il portale HSE.

Alle 8 di venerdì, c’erano 892 pazienti positivi al Covid in ospedale, di cui 88 in terapia intensiva.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.