Europa

Ultime tensioni Ucraina-Russia: Putin solleva timori di invasione con il dispiegamento di truppe

La Russia ha rafforzato il suo dispiegamento militare al confine con l’Ucraina nelle ultime settimane con la potenza militare di Mosca ora composta da 106.000 soldati, secondo funzionari occidentali e ucraini.

I timori che il presidente russo Vladimir Putin deciderà di invadere l’Ucraina orientale sono cresciuti mentre Mosca sta tentando di esercitare pressioni sugli Stati Uniti e sull’Occidente per promettere che Kiev non si unirà alla sua alleanza difensiva della Nato.

La Russia ha ripetutamente respinto l’accusa di Kiev di invadere il paese e nega un potenziamento militare.

Gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno rinnovato giovedì gli avvertimenti a Putin contro qualsiasi tentativo di invadere l’Ucraina.

Parlando a Taunton, Boris Johnson ha offerto sostegno all’alleato assediato, dicendo: “Se la Russia dovesse fare qualsiasi tipo di incursione in Ucraina su qualsiasi scala, penso che sarebbe un disastro non solo per la Russia, sarebbe un disastro per il mondo”.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken incontrerà oggi a Ginevra il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov con l’obiettivo di raggiungere una “rampa diplomatica” per allentare le tensioni, secondo funzionari del Dipartimento di Stato.

La Russia “non ha paura degli Stati Uniti”, afferma il viceministro degli esteri

Il viceministro degli esteri russo Sergei Ryabkov ha dichiarato venerdì che la Russia non ha “paura di nessuno, nemmeno degli Stati Uniti”.

La sua risposta è arrivata in risposta alle domande di CBS News che chiedevano se la Russia fosse stata intimidita dall’Ucraina. Il signor Ryabkob è arrivato a Ginevra venerdì per un incontro con i massimi diplomatici statunitensi, incluso il segretario di stato americano Antony Blinken.

In vista dell’attesissimo incontro, il Cremlino ha affermato che Blinken e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov si incontreranno per fare il punto sui colloqui finora effettuati sulla situazione in Ucraina e i funzionari russi non si aspettano che gli Stati Uniti consegneranno ancora la risposta formale alla proposta della Russia .

Mosca ha chiesto una risposta scritta da Washington alle sue richieste sulle garanzie di sicurezza.

L’osservazione della “piccola incursione” di Biden suscita preoccupazione per il presidente dell’Ucraina

Joe Biden ha detto che pensa che la Russia farà una mossa contro l’Ucraina, avvertendo Mosca che avrebbe dovuto affrontare un “prezzo alto” per un attacco, ma suggerendo che una “piccola incursione” potrebbe essere trattata in modo diverso dagli Stati Uniti e dai suoi alleati.

I commenti del presidente degli Stati Uniti in una conferenza stampa alla Casa Bianca mercoledì hanno iniettato incertezza su come l’Occidente avrebbe risposto se il presidente russo Vladimir Putin avesse ordinato un’invasione dell’Ucraina.

Gli europei sono ‘uniti’ sulla crisi ucraina: il ministro degli Esteri spagnolo

Dando peso all’Ucraina, il ministro degli Esteri spagnolo Jose Manuel Albares ha affermato che gli europei hanno una posizione unita sulla situazione di crisi nel paese mentre la Russia minaccia l’invasione.

“Diamo una possibilità al dialogo. Questo è ciò per cui la Spagna sta spingendo. Se il dialogo non darà i suoi frutti, ovviamente, la Spagna starà con i suoi partner europei e i suoi alleati della Nato uniti nella deterrenza”, ha affermato venerdì a Madrid.

La sua dichiarazione è arrivata quando la Spagna ha inviato navi da guerra per unirsi alle forze navali della Nato nel Mediterraneo e nel Mar Nero, ha affermato il ministro della Difesa Margarita Robles.

L’Ucraina afferma che la Russia recluta segretamente mercenari e armi nella regione orientale

L’intelligence militare ucraina venerdì ha affermato che Mosca ha reclutato attivamente mercenari e inviato armi nelle zone irrequiete e controllate dai separatisti dell’Ucraina orientale.

In una dichiarazione, l’agenzia di intelligence militare del paese ha affermato che la Russia stava inviando mercenari per un addestramento intensivo nell’area.

Ha aggiunto che armi tra cui diversi carri armati, artiglieria, mortai e carburante erano state segretamente portate nell’area dalla Russia.

Usa-Russia a tenere colloqui urgenti a Ginevra

Tra i crescenti timori che la Russia invada l’Ucraina, venerdì il Segretario di Stato americano e il ministro degli Esteri russo terranno colloqui urgenti a Ginevra.

Antony Blinken è arrivato a Ginevra per colloqui con il ministro russo Sergei Lavrov dopo un giro in Europa per sostenere il sostegno degli alleati degli Stati Uniti per possibili sanzioni in caso di un’invasione su vasta scala.

Blinken ha discusso a Berlino con i migliori diplomatici di Gran Bretagna, Francia e Germania e ha espresso timori che Putin possa ordinare un’invasione imminente.

Ha suggerito che la possibile incursione “ci trascinerà tutti indietro in un tempo molto più pericoloso e instabile, quando questo continente, e questa città, erano divisi in due… con la minaccia di una guerra totale incombente sulla testa di tutti”.

Secondo i funzionari del Dipartimento di Stato, il signor Blinken offrirà al signor Lavrov una “rampa diplomatica”.

Fonte: independent.co.uk

Articoli Correlati

Carica Altri Articoli Caricamento...Nessun altro articolo.